mimosa tenuiflora

Ustioni della pelle, ulcere e piaghe: come trattarle con la Mimosa Tenuiflora

Pubblicato il: 16 settembre 2016

mimosa tenuiflora

Ustioni della pelle, ulcere e piaghe: come trattarle con la Mimosa Tenuiflora

Un nuovo orizzonte si apre nel campo della rigenerazione tissutale: dalla corteccia della Mimosa Tenuiflora si ricava una polvere capace di trattare lesioni e bruciature gravi.

Il Tepezcohuite, o albero della pelle, è una pianta che cresce nelle regioni sud orientali del Messico. La sua straordinaria corteccia ha poteri eccezionali sulla rigenerazione della cute. La Mimosa Tenuiflora (nome scientifico della pianta) cresce nell’America centrale ed era già conosciuta al tempo dei Maya per le sue eccezionali proprietà curative in casi di ferite difficilmente cicatrizzabili. Grazie alle sorprendenti proprietà dimostrate a seguito del suo impiego estemporaneo in occasione dei due drammatici eventi messicani, per la sua accertata atossicità e poi per i risultati ottenuti a seguito delle numerose ricerche, le quali hanno confermato la sua attività batteriostatica e riparatrice, la polvere di Mimosa Tenuiflora è stata valutata in campo clinico in vari trattamenti.

In quali casi si può ricorrere all’utilizzo della Mimosa Tenuiflora

Trattamento di bruciature. Le bruciature sono alterazioni della superficie corporale che possono essere causate da agenti fisici, sostanze chimiche, scariche elettriche o radiazioni. La bruciatura può avere effetti diversi: sulla cute, sul sistema vascolare, su cambiamenti emodinamici (cambiamenti sulla risposta metabolica). L’estratto di Mimosa Tenuifiora nei trattamenti di scottature ha portato a una completa cicatrizzazione delle parti danneggiate, a una normale pigmentazione entro un mese dalla cicatrizzazione.

Trattamento di lesioni superficiali. Il diabete è una malattia metabolica dovuta a carenza assoluta o relativa di insulina, il che implica un’iperglicemiacronica. Il piede di soggetti diabetici è sovente esposto all’insorgere di patologie irritative fastidiosissime tipo ulcerazioni, ipercheratosi, micronecrosi al bordo esterno dell’alluce, disturbi in genere di ordine vascolare. Anche in questi casi, il trattamento con l’estratto di Mimosa Tenuiflora dell’ENERGIA DELLE PIANTE  ha portato a risoluzione dei disturbi: attenuazione del bruciore o dolore, cicatrizzazione, eliminazione di stadi infettivi, aumento della rivascolazione locale ecc.

Trattamento di ulcere. L’ulcera è una perdita di sostanza dei tessuti di rivestimento esterni o interni che non tende alla guarigione. Il trattamento di casi di ulcere (sia dovute a cause vascolari, sia di altro tipo), ha impedito l’infezione e innescalo un processo di rigenerazione dei tessuti danneggiali già 15 giorni dopo l’inizio del trattamento.

Le applicazioni cosmetiche. L’estratto di Mimosa tenuiflora deve essere considerato un vero e proprio principio attivo funzionale. Le varie esperienze clinico-farmacologiche sono servite a dimostrare che l’azione terapeutica era spiegabile tenendo presente le proprietà intrinseche dei suoi componenti.